Muck dives

MUCK! tradotto dalla lingua Inglese, terriccio, melma, fanghiglia, questo basterebbe a spiegare “perché da noi”, perché in Adriatico ed in particolare a Numana.

Il fondale del mar Adriatico e quello antistante il nostro paese è il simbolo della “muck dive” italiana, basso, sabbioso, fangoso, pieno di sedimenti estremamente volatili e di detriti organici, ideali per l’alimentazione di parecchie specie animali.

Immagine anteprima YouTube

 

Detto ciò, la maggior parte dei subacquei sarebbe orientato a dire che solo dei folli possono immergersi in queste acque, ed invece ai temerari che si avventurano delle torbide acque antistanti il Conero, si apre un mondo nuovo fatto di incontri mirabolanti, di esseri sconosciuti, di simbiosi difficilmente pensabili e di colori che non credevano potessero esser di questo mare.

Certo la visibilità non è quella che normalmente si definisce buona, ma dal grigio/beige di questi substrati ecco spuntare colori come il fuxia ,l’arancio, il giallo, i blu, i rossi e mille altri ancora che mai e poi mai avreste immaginato.

Sono macchie a volte piccolissime di qualche millimetro di lunghezza ma per l’appassionato sono incontri mozzafiato.

Di certo le prime esperienze necessiteranno di guide esperte che conoscano il loro mestiere ed ogni abitante nascosto di questi fondali , ma nel prosieguo del vostro praticare la “MUCK” comincerete a scovare autonomamente i piccoli abitanti del nulla ed avrete enormi soddisfazioni.

Ci vorrà anche l’aiuto di alcuni testi che vi indichino dove possono vivere quegli animali come si mimetizzano in quel fondale, cosa mangiano e dove e come si riproducono. Fare la Muck significa studiare gli usi e costumi di quel piccolo micro cosmo subacqueo.

Pazienza, curiosità e voglia di imparare, saranno fedeli compagne del muck divers e non ci sarà mai una fine a questo.

Paradiso dei fotografi amanti della macro. A loro si aprirà un mondo nuovo e mai pensato, ed al subacqueo della domenica con l’avvento della fotografia digitale sarà facile portare a casa immagini straordinarie, un piccolo scafandro poco ingombrane attorno alla sua fotocamera sarà da subito un compagno di immersione irrinunciabile.

E sarà facile immergersi più spesso di prima, ogni sito che ai più sembrerà di scarsa valenza rappresenterà per voi una sfida, consapevoli che anche in mezzo alla sabbia o al fango basta un copertone di macchina abbandonato per aver la possibilità di trovare chi lo ha preso a dimora.

Un’avventura eccitante e affascinante è cominciata.

Comments are closed.